Corso di Mediatore Culturale

In un mondo caratterizzato da sconvolgimenti epocali che stanno cambiando la geografia e i rapporti fra i popoli e gli stati, tutti dobbiamo fare la nostra parte per ristabilire un giusto equilibrio, a cominciare dalla lingua e dalla cultura.
Il corso di Mediatore Culturale forma una figura professionale che facilita l’inserimento nella nostra società delle persone straniere in costante crescita, aiutandole a conoscere istituzioni, usi e costumi della nuova realtà in cui si trovano.
Nello svolgimento delle sue funzioni offre consulenza alla singola persona, alle famiglie ed alle associazioni di immigrati per aiutarli ad inserirsi nella nuova realtà di vita e di lavoro, operando su due piani: quello della mediazione linguistica (conoscendo più lingue) e quello della mediazione culturale.
Questa figura può lavorare nel settore del privato sociale o in cooperative convenzionate con gli Enti pubblici come: strutture sanitarie, carceri, centri di accoglienza, pubblica amministrazione, pubblica sicurezza, nelle scuole, nelle organizzazioni non profit ed inoltre può:
– affiancare l’équipe in strutture sociosanitarie (Ospedali, consultori, servizi di prevenzione) nella presentazione degli indirizzi, terapie e procedure compatibili con la cultura di provenienza dell’utente;
– valorizzare nelle scuole le culture differenti, accompagnando l’inserimento degli alunni immigrati;
– svolgere funzioni di interpretariato in uffici stranieri delle Questure, Centri di accoglienza temporanea, Commissariati.

MEDIATORE CULTURALE: La lingua e la cultura, ostacoli da superare per chi viene da lontano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>